La città Stampa
RECCO – MEDAGLIA D'ORO AL MERITO CIVILE

recco panoramaCittadina di poco superiore ai 10.000 abitanti è il centro principale del Golfo Paradiso, quell'arco della costa ligure che va da Bogliasco al promontorio di Portofino.
E' situata nel fondovalle dell'omonimo torrente ed è circondata da colline verdi di olivi e boschi di castagni.
Collegata a Genova, da cui dista solo 20 km, e ai principali centri della Riviera di Levante dall'”Aurelia” oltre che dalla linea ferroviaria e da linee di autobus pubblici, Recco ha un accesso diretto all'autostrada Genova-Livorno.
La strada statale 333 la unisce ai comuni di Avegno e Uscio e al retroterra della Val Fontanabuona.
Recco inoltre dispone di un attracco per i vaporetti che la uniscono a Camogli, San Fruttuoso e Portofino.
La cittadina ha una forte connotazione commerciale ed è centro di numerosi servizi.
E' conosciuta come “Capitale gastronomica della Liguria” grazie alla sua cucina e in particolare alla focaccia col formaggio.
Dotata di spiagge e scogliere e di una piscina olimpionica sul mare e di quattro alberghi è sede ideale per il turismo balneare, per una sosta gastronomica e per gli acquisti del fine settimana.

 

LA STORIA

recco panoramaRecco ha frequentazioni antichissime, come testimoniano reperti di ceramica e di monete.
Fu centro romano, stazione di posta sulla via Aurelia, citato dalla Tabula Peuntingeriana.
Nei secoli del Basso Medioevo fu Pieve affidata in amministrazione ai vescovi milanesi com'è testimoniato ancor oggi dalla sopravvivenza di una sorta di carnevale ambrosiano (“a domenega da pignatta”).
Ribellatasi alle malversazioni degli “advocati” che la amministravano per conto dei vescovi milanesi si diede a Genova alla metà del sec. XII.
Come altri centri della Riviera rimase fedele alla città dominante per cinque secoli.
Fu sede di un Podestà genovese e di un Capitano (dal 1606) che avevano giurisdizione anche sui centri vicini.
Più volte nel corso del XVI secolo venne attaccata dai pirati saraceni.
La Repubblica di Genova vi costruì due castelli, oggi scomparsi, per la difesa dal mare.
La vecchia Recco aveva numerosi palazzi abitati da importanti famiglie genovesi.
Sono rimasti famosi i suoi cantieri navali da dove vennero varati nel secolo scorso numerosi grandi velieri che resero famosa la marineria ligure e la prima nave a vapore della marina sardo-piemontese.
La vecchia Recco che aveva caratteristiche tipiche di un borgo ligure venne completamente distrutta dai bombardamenti degli anni 1943-1944.
La cittadina ricostruita ha caratteristiche essenzialmente moderne.
Per i fatti della guerra 1940-1945 il suo gonfalone è stato decorato di Medaglia d'oro al Merito Civile dal Presidente della Repubblica.